Who Do You Think You Are? – Season 10 | Batman: O Cavaleiro das Trevas Ressurge | Kanokon Sub Indo Batch Eps 1-12 + OVA Lengkap

Sexy Shop

Film 2014 | Commedia 94 min.

Regia di Maria Erica Pacileo, Fernando Maraghini. Un film con Andrea Chimenti, Vincenzo Marega, Uberto Kovacevich, Giulia Mercati, Michele D’Urso. Cast completo Genere Commedia - Italia, 2014, durata 94 minuti. Uscita cinema giovedì 8 maggio 2014 distribuito da Explorer Entertainment. - MYmonetro 1,84 su 10 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Sexy Shop tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

Nell'arco di 24 ore, tre amici sulla cinquantina, diversi tra loro per carattere e per percorsi di vita, si trovano per motivi differenti a trascorre una giornata molto particolare all'interno di un sexy shop.

Consigliato no!
1,84/5
MYMOVIES 1,00
CRITICA N.D.
PUBBLICO 2,67
CONSIGLIATO NO
Carosello di nomi della scena musicale indipendente italiana privo di una reale compattezza.
Recensione di Marco Chiani
martedì 6 maggio 2014
Recensione di Marco Chiani
martedì 6 maggio 2014

Cinquantenne perso dietro il sogno di sfondare nel mondo della musica, Luca lavora come commesso nel sexy shop di Umberto, un amico di gioventù col quale non ha più nulla in comune. Diverso, invece, il suo rapporto con Giorgio, altro ex-compagno di liceo, che lo sommerge con i suoi problemi coniugali, mentre la clientela più bizzarra comincia a prendere d'assalto il negozio. Nel corso di una sola giornata, tra la visita di una desideratissima pornostar, il controllo della Guardia di Finanza e l'incursione di un'ambulanza, Luca e Giorgio capiscono, solo alla fine, che la svolta da una grigia esistenza è sotto ai loro occhi.
Tratto dall'omonimo romanzo di Vincenzo Marega, anche attore nei panni di Giorgio, Sexy Shop è il raduno, dalle decise pennellate naïf, di volti più o meno noti del rock italiano. Il filo narrativo è quello dell'incontro inaspettato, sul filo della nostalgia, con nomi della scena musicale indipendente nostrana a fare carosello, a partire dalla scelta del cantautore Andrea Chimenti come protagonista. Il suo Luca, che deve fare i conti con la separazione dall'amata Anna oltreché con l'ennesimo rifiuto discografico, appare dunque come il simbolo di una ostilità ad un'omologazione ugualmente incapace di dare felicità: del resto anche Giorgio, integrato nella società per via di un impiego statale, non è meno pesce fuor d'acqua di chi ha continuato a nutrire i sogni di gioventù. Un'idea di sceneggiatura tanto semplice quando non evanescente aveva certamente bisogno di una regia - curata da Maria Erica Pacileo e Fernando Maraghini - più vispa, di un insieme di trovate che celassero le troppe mancanze, ma una generale monotonia soffoca le buone intenzioni. Con scivoloni in un'estetica da avanspettacolo, attori improvvisati e incapaci di reggere l'occhio della macchina da presa, il film cerca allora di intercettare l'interesse dello spettatore con una colonna sonora dalle musicalità Ottanta/Novanta. Sebbene, anche da questo punto di vista, tanto le partiture originali di Claudio Collino quanto le vecchie canzoni dei molti musicisti impegnati nei vari cammei risultino utilizzati in maniera scriteriata, bruciando l'effetto che avrebbero potuto avere. E non può certo bastare la voce off di Luca né il nutrito parterre di "pervertiti" per dare unità ad un lavoro più imparentato con la televisione che con il cinema.
Tra i molti artisti che entrano a vario titolo nella storia segnaliamo Antonio Aiazzi (Litfiba), Ivan Cattaneo, Cindy Cattaruzza, Claudio Collino-Atauhalpa, Garbo, Gazebo, Krisma (Maurizio Arcieri e Cristina Moser), Nevruz, Johnson Righeira, Sick Tamburo (Gian Maria Accusani e Elisabetta Imelio), Sir Oliver Skardy (Pitura Freska). Lo scrittore che entra nel sexy shop per fare ricerche sul suo prossimo romanzo è il tedesco Veit Heinichen.

Sei d'accordo con Marco Chiani?
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
domenica 11 maggio 2014
CINEMICINEMA

Sexy Shop è l'opera prima 'italiana' di Fernando Maraghin e Maria Erica Pacileo, registi di origine umbra che da molti anni firmano a quattro mani videoclip, documentari (bellissimi) e opere cinematografiche 'sperimentali' (Francia). La carriera di Maraghini e Pacileo è disseminata di premi importanti e buon apprezzamento da parte dei critici nei confronti del loro [...] Vai alla recensione »

mercoledì 14 maggio 2014
Italo scuti

    "Ho visto il film e trovo che la critica sia stata decisamente e liberamente  malevola ( è possibile infatti che non si sia voluto o potuto trovare nemmeno  un lato positivo , come lo si trova in qualsiasi situazione, anche la più  spiacevole?). Ciò che a me ha colpito in particolar modo è la diversità e  l& [...] Vai alla recensione »

lunedì 19 maggio 2014
Die Atzen

Definire "film" questa spazzatura è già troppo. 90 minuti di noia inframmezzati da sequenze stroboscopiche, chiaramente inserite per rimpire il vuoto assoluto. Osceno.

sabato 17 maggio 2014
Mariaelisa

UN film troppo criticato...quante opere eccellenti e grandi geni  sono stati stroncati all'inizio! Sta a vedere che è un capolavoro.

giovedì 15 maggio 2014
Mariaelisa

Non essendo un'esperta mi limito a dare un mio modesto parere personale: ammiro il nuovo, chi rompe gli schemi tradizionali ed è anticonformista,  chi osa ed ha coraggio, mi piacciono le parolacce, la musica e ogni tanto non mi dispiace fare un salto nel passato; odio i films di violenza,( estremamente diseducativi ) i polpettoni superficiali  e senza senso  ( che dietro a [...] Vai alla recensione »

giovedì 15 maggio 2014
Italo scuti

È una questione di principio...non mi pare di aver usato un linguaggio offensivo, diffamatorio, calunnioso e volgare ( come ha fatto invece il signor "Vomito" ) quindi perchè non pubblicate il mio commento? dov'è andata a finire la libertà di pensiero, parlola ed opera? 

giovedì 8 maggio 2014
saretta34

Dal trailer, le foto e le immagini su coming soon a me sembra bello.. andrò sicuramente a vederlo!

martedì 13 maggio 2014
Die Atzen

Definire "film" questa spazzatura è già troppo. 90 minuti di noia inframmezzati da sequenze stroboscopiche, chiaramente inserite per rimpire il vuoto assoluto. Osceno.

martedì 13 maggio 2014
Die Atzen

Definire "film" questa spazzatura è già troppo. 90 minuti di noia inframmezzati da sequenze stroboscopiche, chiaramente inserite per rimpire il vuoto assoluto. Osceno.

Frasi
per farsi una pippa non servono i preservativi
Uberto (Uberto Kovacevich)
dal film Sexy Shop - a cura di Nunzio Grandinetti
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club  ver: au12.
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati