85,023 04:43 Dialah Imanuel Mona Latumahina | Running Man Episode 78 | Thailand

Halloween - La notte delle streghe

Film 1978 | Horror V.M. 14 93 min.

Regia di John Carpenter. Un film Da vedere 1978 con Donald Pleasence, Jamie Lee Curtis, Nancy Stephens, Charles Cyphers, Kyle Richards. Cast completo Genere Horror - USA, 1978, durata 93 minuti. Uscita cinema lunedì 15 ottobre 2018 distribuito da QMI. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: V.M. 14 - MYmonetro 3,62 su 67 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Halloween - La notte delle streghe tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

Michael, sei anni, ammazza la sorella. Viene internato in una clinica psichiatrica, ma dopo quindici anni fugge per recarsi al suo paesello.

Halloween - La notte delle streghe è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING Compralo subito

Consigliato assolutamente sì!
3,62/5
MYMOVIES 3,25
CRITICA N.D.
PUBBLICO 3,56
CONSIGLIATO SÌ
Un ottimo prodotto, ricco di qualità visuali e sorretto da una storia semplice, ma ben congegnata.
Recensione di Rudy Salvagnini
domenica 14 ottobre 2018
Recensione di Rudy Salvagnini
domenica 14 ottobre 2018

Haddonfield, Illinois. Nella notte di Halloween, Michael Myers, un bambino piuttosto disturbato, accoltella a morte la sorella più grande che stava rilassandosi dopo un incontro amoroso con il fidanzato. Alla vigilia di Halloween, quindici anni dopo, Michael evade dal manicomio dov'è rinchiuso, proprio sotto il naso del dottor Sam Loomis che l'ha in cura da anni e conosce la pericolosità di quello strano paziente che non parla da quindici anni. Loomis intuisce che Michael intende tornare ad Haddonfield. Nella tranquilla cittadina, gli abitanti si preparano alla festa di Halloween. La giovane studentessa Laurie Strode sa che la passerà a fare la babysitter per Tommy, mentre le sue amiche hanno propositi più piccanti. La casa dei Myers, disabitata da anni, è in vendita: se ne occupa proprio il padre di Laurie, agente immobiliare. Ma adesso la casa non è più disabitata. Qualcuno vi è entrato di nascosto: si tratta di Michael, tornato nel suo luogo natio con pessime intenzioni. Loomis avvisa le autorità e le invita a non sottovalutare la pericolosità di Michael. Nel contempo si dirige a sua volta verso Haddonfield sperando di poter fermare Michael. La sera scende: Laurie si troverò di fronte alla notte più lunga della sua vita.

Pochi film sono stati così influenti e fondamentali nella storia dell'horror. Benché certamente non nasca dal nulla e prenda spunti da film precedenti, Halloween ha rivoluzionato il genere creando un format ripreso e imitato innumerevoli volte, dando spunto anche, per fare solo un nome, alla creazione del Jason Voorhees di Venerdì 13 (o, sarebbe più esatto dire, dei suoi seguiti dato che nel primo Venerdì 13 Jason in sostanza è assente, almeno nella forma che avrebbe poi assunto). E Halloween non si è limitato a essere imitato dagli altri: ha anche dato luogo a una saga sterminata, fatta di seguiti, remake, seguiti dei remake e così via.

Preso in sé, anche senza considerare l'effetto che ha avuto, il film è un ottimo prodotto, ricco di qualità visuali e sorretto da una storia semplice, ma ben congegnata. Si vede che è diretto da un regista, John Carpenter, in stato di grazia, a partire dal prologo, quasi tutto girato in soggettiva in un'unica sequenza senza stacchi, con un tour de force registico di grande ambizione e bravura. La costruzione della suspense è magistrale, studiata nei minimi dettagli. Carpenter si prende il tempo di presentare situazioni e personaggi e di dosare gli inserimenti sempre minacciosi e sinistri di Michael Myers in modo da tenere sempre sostenuta la tensione e desta l'attenzione. Spesso Carpenter gioca sulla presenza/assenza del "mostro" per dare il senso della sua inafferrabilità e suggerire la sua invincibilità. Perché Michael Myers rappresenta il Male con la maiuscola e il Male non si può sconfiggere. Anche la svolta finale che cambia prospettiva al film - e che adesso sembra persino banale da quante volte è stata adoperata in seguito - va storicizzata tenendo presente che all'epoca di realizzazione del film era una novità. La forza iconica di Michael Myers, The Shape, è notevole: la maschera sul volto lo rende immoto, alieno da qualsiasi emozione, una perfetta macchina di morte senza sentimenti. Ed è una maschera - quella che indossa - perfetta, nella sua neutralità espressiva, per creare un effetto straniante e spaventoso.

Il cast è perfetto a partire da Jamie Lee Curtis che proprio da questo film ha preso l'abbrivio per una carriera di assoluta distinzione, non solo e non tanto come scream queen. Qui è molto brava nel rendere con convinzione il personaggio di una giovane studentessa che dai suoi piccoli problemi relazionali con l'altro sesso causati dalla timidezza deve improvvisamente passare a una lotta per la vita contro un essere spietato e incomprensibile. Per il ruolo del dottor Loomis, Carpenter aveva pensato a Christopher Lee e a Peter Cushing, ma entrambi avevano rifiutato. Cushing, in particolare, sarebbe stato un Loomis perfetto: infatti Loomis è una sorta di ossessionato cacciatore del Male che sta a Michael Myers come Van Helsing - di cui Cushing è stata la perfetta incarnazione cinematografica - sta a Dracula. Ma Donald Pleasence abita il ruolo con sapienza e disinvoltura senza lasciare rimpianti per altre possibili scelte. Anche nei ruoli di supporto gli attori sono tutti al posto giusto: si può almeno segnalare la briosa P.J. Soles, già nel cast di un altro classico dell'horror di quegli anni (Carrie lo sguardo di Satana). Da evidenziare anche la forza espressiva della colonna sonora, anch'essa opera di Carpenter. Una curiosità: uno dei film che Laurie e Tommy guardano alla Tv (l'altro è Il pianeta proibito) è La cosa da un altro mondo, il classico di Christian Nyby prodotto da Howard Hawks che lo stesso Carpenter avrebbe mirabilmente rifatto qualche anno dopo.

Sei d'accordo con Rudy Salvagnini?
Primo successo di pubblico di Carpenter alle prese con l'horror.

Michael, sei anni, ammazza la sorella. Viene internato in una clinica psichiatrica, ma dopo quindici anni fugge per recarsi al suo paesello: è il 31 ottobre, notte in cui si esorcizzano le streghe, secondo l'antica tradizione americana. Grazie a questa concomitanza, Michael può uccidere indisturbato altre persone. Per fortuna un medico arriverà in tempo a fermare il giovane folle. Questo è un film che ha segnato un'epoca nella storia del cinema, e aperto un filone, un genere. Si tratta di un horror che spaventa e avvince. La freddezza della maschera, che Micheal indossa, l'inespressività delle sue gesta, il vuoto che è in lui, la totale mancanza di sentimenti umani, il gelo glaciale racchiuso nel suo animo, l'automatismo che scatta quando commette omicidi efferati lo rendono uno spettacolo terrificante. Molte scene contengono una tensione inaudita, l'assassino sbuca dal buio come lieve nebbia nella notte, appare e scompare ci estorce un urlo di terrore.

HALLOWEEN - LA NOTTE DELLE STREGHE
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD SD HD
Rakuten tv
-
CHILI
iTunes
-
-
-
-
Google Play
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
domenica 6 novembre 2011
Dave.Ge

Haddonfield, 1978. E' la vigilia di Ognissanti, tradizionale ricorrenza americana in cui i bambini vanno in giro mascherati e si fanno scherzi terrificanti, in cui la gente mette sul davanzale lanterne a forma di zucca per scacciare le streghe, in cui si respira un atmosfera gioiosamente e illusoriamente macabra. Ma, per gli abitanti di questa tranquilla cittadina americana, l'incubo vero, letale, [...] Vai alla recensione »

martedì 28 luglio 2009
nick castle

Appena trentenne, Carpenter confeziona un ottimo film, che imbrigliato nei giochi di ombre e luci e nelle credenze popolari, come nelle gabbie mentali della gente, stupisce e affascina. Innanzitutto, pochi sanno che questa eccellente pellicola è una delle prime, in cui venne utilizzato il primo prototipo di supporto Steadicam, inventato da Garrett Brown.

martedì 12 marzo 2013
Stephen K.

Un bambino nel 1963 uccide la babysitter nella notte di Halloween e viene rinchiuso in manicomio. Dopo quindici anni esatti evade  dall'ospedale e ritorna nella città natale, dove uccide un babysitter ed alcuni suoi amici, tranne una di nome Laurie. Ottimo lavoro di John Carpenter che seppur con un budget ristretto, di circa 325000 dollari, riesce a realizzare un film oggi divenuto [...] Vai alla recensione »

sabato 2 novembre 2013
Nick Simon

Prodotto con mezzi esigui ma con grande successo, è uno degli archetipi del film thriller/horror, capostipite di una lunga serie di pellicole e oggetto di innumerevoli citazioni e imitazioni. Diretto in scioltezza da J. Carpenter, anche sceneggiatore con D. Hill, con dinamismo e un’impeccabile suspense. È un’esperienza avvolgente e plurisensoriale, inquietante sin dai titoli [...] Vai alla recensione »

giovedì 10 novembre 2011
Dave.Ge

Nel 1963, nella cittadina di Haddonfield, una ragazza, Judith Myers (Sandy Johnson), viene uccisa dal fratello Michael di sei anni. Quindici anni dopo, il dottor Sam Loomis (Donald Pleasence) sta andando al manicomio dov’è ricoverato Michael, che, dal giorno dell’omicidio, non ha più parlato. Ma Michael fugge e Loomis pensa che ritornerà a Haddonfield per uccidere [...] Vai alla recensione »

martedì 10 agosto 2010
Viola96

Il maestro dell'horror John Howard Carpenter ci regala un capolavoro ancora oggi superficialmente imitato.La trama è semplice,uno psicopatico serial killer Mike Myers,dopo aver accoltellato la sorella all'età di (soli)6 anni,viene affidato alla cura del dottor Sam Loomis(interpretato abilmente da Donald Pleacence).Il film di Carpenter si colloca esattamente 15 anni dopo,in un'altra notte di Halloween.Mike [...] Vai alla recensione »

domenica 24 ottobre 2010
the man of steel

L'immenso primo vero Halloween di John Carpenter. Un film che ora, come all'epoca, fa ancora venire qualche brivido, certamente non al livello dell'esorcista ma comunque inquietante in quanto capostipite di qualità di una serie-spazzatura alla Venerdì 13. Le prime scioccanti immagini in soggettiva hanno influenzato il primo grande film di Jason Vorhees e sono solo da preludio [...] Vai alla recensione »

mercoledì 27 gennaio 2010
wynorski guiaz '80s

Alla vigilia della notte di Halloween, il pazzo omicida Michael Myers fugge dal manicomio dove era sottoposto alle cure del Dottore Samuel Loomis diretto verso la piccola cittadina di Haddonfield, sua dimora d'infanzia dove aveva ucciso la sorella. In città, Michael comincia a mietere le sue vittime, accanendosi in particolare sulla giovane studentessa Laurie Strode e sulle sue amiche.

sabato 17 maggio 2014
Noia1

Uno psicopatico esce di prigione e torna nella cittadina dove quindici anni prima uccise la sorella, comincerà a perseguitare una povera ragazza e farà strage dei suoi amici. Premetto che tutto ciò che state per leggere si basa sulla considerazione del fatto che il film ha quarantadue anni e, malgrado tutto, ora come ora può sembrare scontato e noioso.

martedì 26 aprile 2011
ppp92

Primo e migliore episodio di una lunga e fortunata serie, il film comincia con un flashback in cui il protagonista Michael Myers, all'età di sei anni, assassina la sorella e quindi viene internato in un manicomio. La narrazione riprende nella giornata di Halloween quindici anni dopo, quando Michael ormai ragazzo riesce a fuggire dall'internamento e compie una serie di efferati omicidi [...] Vai alla recensione »

martedì 22 maggio 2012
joker 91

Il film di Carpenter fece scuola.... La storia di Myers viene affrontata considerata l'epoca in modo ottimale,il film cerca di generare nello spettatore un senso d'angoscia al quale poi da quel mitico 1978 molti film si rifaranno. La Curtis viene lanciata ed rilanciato ad hollywood è Pleasence dopo alcuni fiaschi cinematografici. Il film è un capostipide del genere horror,ogg [...] Vai alla recensione »

lunedì 22 novembre 2010
Frz94

Film di indiscussa portata storica da cui sono derivati molteplici sequel e innumerevoli imitazioni. La trama è semplice e ben congegnata, la colonna sonora perfetta, i dialoghi invece sono abbastanza piatti e mediocri. Il film è frutto di una geniale idea di Carpenter, purtroppo non supportata appieno dallo scarso budget a disposizione ( poco più di 300 mila dollari).

mercoledì 28 ottobre 2015
zero99

Altro film horror, vecchio, considerato un capolavoro. Ma questo film fa schifo. A parte la buona idea di fondo di Carpenter, di inventare il personaggio di Myers, dopo c'è il vuoto assoluto! E' un film noiosissimo, dove per la prima metà del film non succede niente, e per l'altra metà sembra più un film comico che un horror.

giovedì 27 ottobre 2011
Donald93

Film che non invecchia come dovrebbe. Il perché sta nei troppi cliché che hanno reso il cinema prevedibile: rumori inquietanti che vengono sdrammatizzati con: "era solo un rumore", mostro possente che viene però colpito più volte da una ragazza, ecc. Senza divulgarci troppo su questi elementi da pollice in giù, passerei all'elogio principale; ovvero [...] Vai alla recensione »

lunedì 28 gennaio 2013
Sylya

Mi aspettavo qualcosa ai livelli de La Cosa, invece questo film è stata una grande delusione. Per oltre un'ora di orologio non succede nulla di rilevante, assistiamo annoiati alla vita di una scolaretta, classico clichè della vergine un po' loser, e della sua migliore amica, ovviamente poco intelligente, che cerca di convincere la protagonista a diventare meno loser.

lunedì 13 gennaio 2014
Matteo bettini corinaldo

Halloween presenta,come peculiarità principale,la ricorrente ripresa in soggettiva,cosicché lo spettatore si identifichi con Michael Myers e provi terrore: una trovata geniale.considerato il modestissimo budget a disposizione,Carpentr riuscì,tramite tutta la propria abilità e la bravura degli interpreti(soprattutto della parte femminile),a sfornare un film.

giovedì 29 aprile 2010
Diomede

Guardate questo film, guardate la  data...e poi pensate a quanto abbia influenzato l'intero cinema horror. Carpenter è un maestro, mai troppo alla ribalta ma sempre apprezzato. Guardatelo, non serve aggiungere altre parole inutili.

sabato 9 gennaio 2010
Roberta Gilmore

per essere un film del 1978 è geniale, la tensione crescente, la colonna sonora spettacolare... molto meglio l'halloween originale che l'imitazione di zombie, per nulla riuscita soprattutto nel secondo episodio a mio avviso (dove le visioni della madre angelica di michael si potevano tranquillamente omettere, è una riduzione della malvagità del personaggio, pura essenza [...] Vai alla recensione »

martedì 8 settembre 2009
xsifer

Mitico Carpenter!

lunedì 16 novembre 2009
greg2

Per essere un film di trent'anni fa questo è un signor film! spettacolari le musiche che ti fanno vivere nel profondo questa pellicola.

lunedì 22 giugno 2009
Blackpearl

di halloween?quella molto anni 50!non riesco a trovare il titolo dan essuna parte!!!

domenica 23 ottobre 2016
Dahlia

Il maestro John Carpenter ci insegna che non servono effetti speciali e budget da capogiro per sfornare un Horror con la H maiuscola. Questo film per me è sacro, è la dimostrazione che il segreto di un capolavoro spesso e volentieri è la semplicità.

sabato 2 luglio 2016
Ghostface82

Ma perché dite tutti che Halloween é un horror? Si vede benissimo che é un thriller con tratti horror ma rimane pur sempre un thriller. RECENSIONE: adoro Halloween alla follia, mi piace la maschera di Michael...capolavoro, anche se l'inizio mi é sembrato lento si riprende in un finale da brivido dove non fai a meno che urlare dalla paura!!!! consigliato

martedì 4 febbraio 2014
horror god

Penso che questo sia uno dei miei film horror preferiti ma non solo per la trama ma anche per il lavoro del regista (carpenter) che ha veramente fatto di questo film una delle pellicole horror che rimarranno più impresse nella storia di questo genere. La trama è semplicemente fantastica con protagonista un serial killer (michael myers) che con la sua maschera incute terrore a tutti quelli [...] Vai alla recensione »

sabato 19 maggio 2018
newalessiomarta

Uno dei grandi capolavori del cinema. Si può considerare una colonna portante del cinema horror. Assolutamente da vedere!

venerdì 21 settembre 2012
MichaelMyers98

Cosa dire. Visto da un amico la sera di Halloween, con tutta la cricca sul divano. Probabilmente il più grande horror di tutti i tempi. Michael Myers è un icona, un modo di intendere il cinema. Uno dei personaggi meglio realizzati di tutta la storia del cinema. Il film è il capostipite dello slasher, genere caratterizzato da un assassino immortale che fa strage di ragazzi ma che [...] Vai alla recensione »

sabato 19 maggio 2018
newalessiomarta

Uno dei grandi capolavori del cinema. Si può considerare una colonna portante del cinema horror. Assolutamente da vedere!

domenica 13 gennaio 2013
Oronzo Canà

Che dire..un autentico cult del cinema horror,anzi del cinema in generale. Si dice che i geni siano quelli che creano l'archetipo da cui tutto poi parte. E allora Carpenter dopo aver creato Michael Myers,puo essere tranquillamente annoverato tra i geni di questa forma d'arte.

mercoledì 28 aprile 2010
nmatt

Quale giorno dell'anno è migliore della vigilia di Ognissanti (31 Ottobre) per un po' di spavento? Ma nel 1978 a Haddonfield (Illinois) succede qualcosa di più del solito "dolcetto o scherzetto", dei classici riti della festa americana di Halloween. C'è uno psicopatico in libertà, Michael Myers, appena fuggito dal manicomio dove, quindici anni prima, [...] Vai alla recensione »

domenica 8 marzo 2015
il befe

bello

mercoledì 9 ottobre 2013
M.Raffaele92

 Chiedete a qualunque appassionato di cinema quali sono i cinque horror che metterebbe sull’altare, e chiunque abbia un minimo di gusto, tatto, cognizione o lungimiranza avrà di sicuro inserito “Halloween” di John Carpenter nella selezione. E guai a non confonderlo con il (seppur buono) remake di Rob Zombie. Diciamolo subito: questo film è uno dei massimi capolavori [...] Vai alla recensione »

venerdì 31 maggio 2013
APropositodiCinema

Oltre a dessere il migliore dell'intera saga, questo Halloween è il miglior film horror di sempre. Molto innovativo anche nelle tecniche di regia (piano sequenza iniziale con Michael Myers da bambino!!!!), una fonte di ispirazioni per la maggior parte dei film horror che verranno in futuro. Da rivedere e rivedere e rivedere!!

martedì 5 aprile 2011
alex01

 Salve a tutti..premetto che non è che sia un gran fan degli horror anni 70-inizi 80!vuoi che siano abbastanza piatti vuoi per l'effetto horror anni 70 che oggi fa solo ansia e qualche volta risate!! comunque halloween è stato uno dei capostipiti dei film horror e vuoi e nn vuoi ho cominciato a vederlo risultato:   -Musica continua per 90 minuti di fila perennemen [...] Vai alla recensione »

giovedì 7 giugno 2012
ciccio benzina

bel film horror, forse non il migliore degli horror che hanno fatto la storia ma tra quelli . se il film poteva scorrere di più era meglio perchè alcune scene sono noiose , ma non fa niente .

lunedì 28 novembre 2016
Francis Metal

Carpenter questa volta ha fatto un buco nell'acqua... che senso ha questo film?  Mike perché uccide? Punisce chi fa sesso? No, perché la protagonista è refrattaria a queste cose. eppure perseguita anche lei.  E poi non posso perdonare a questo film il fatto di avere creato tutti insieme moltissimi cliché degli horror-spazzatura, ad esempio, ammazza la [...] Vai alla recensione »

Frasi
"un cane...sbranato è ancora caldo, povera bestia"
"è stato lui"
"ma via dottore...sarà stato un altro cane"
"lei crede eh?"
"un uomo non sbrana"
"lui non è un uomo"
Dialogo tra Loomis (Donald Pleasence) - Brackett (Charles Cyphers)
dal film Halloween - La notte delle streghe - a cura di travieso
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club  ver: au12.
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati