Made in Mexico HDTV | Salty Tour | Classique et Baroque
Dizionari del cinema
Miscellanea (3)
Collegamenti
Media & Link
Consulta on line la Biblioteca del cinema. Tutti i film dal 1895 a oggi:
marted 23 ottobre 2018

Benicio Del Toro

Paura e delirio per un attore trasformista

Nome: Benicio Monserrate Rafael Del Toro Sanchez
51 anni, 19 Febbraio 1967 (Acquario), San German (Portorico - USA)
occhiello
preferibile morire in piedi che vivere inginocchiato
dal film Che - L'argentino (2008) Benicio Del Toro Ernesto Che Guevara
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Benicio Del Toro
BAFTA 2016
Nomination miglior attore non protagonista per il film Sicario di Denis Villeneuve

Festival di Cannes 2008
Premio miglior attore per il film Che - L'argentino di Steven Soderbergh

Premio Oscar 2003
Nomination miglior attore non protagonista per il film 21 grammi di Alejandro G. Irritu

Festival di Berlino 2001
Premio miglior attore per il film Traffic di Steven Soderbergh

Golden Globes 2001
Premio miglior attore non protagonista per il film Traffic di Steven Soderbergh

Golden Globes 2001
Nomination miglior attore non protagonista per il film Traffic di Steven Soderbergh

Premio Oscar 2000
Nomination miglior attore non protagonista per il film Traffic di Steven Soderbergh

Premio Oscar 2000
Premio miglior attore non protagonista per il film Traffic di Steven Soderbergh



Solo su MYmovies intervista a Benicio del Toro.

Wolfman arriva in DVD e Blu-Ray

mercoled 7 luglio 2010 - a cura della redazione cinemanews

Wolfman arriva in DVD e Blu-Ray In occasione dell'uscita in DVD e Blu-Ray di Wolfman, l'ultimo film diretto da Joe Johnston, ecco una video intervista inedita all'attore protagonista Benicio del Toro. Il premio Oscar, nel rispondere alle domande del giornalista, parla della collega Emily Blunt, del trucco di Rick Baker e dell'epoca in cui ambientato il film, l'Inghilterra vittoriana, non trascurando di raccontare qualche curiosit sul film.
In Wolfman, del Toro interpreta Lawrence Talbot, un nobile che torna nella casa di famiglia dopo la sparizione di suo fratello. Riunito con suo padre a lui estraneo, Anthony Hopkins, Talbot parte alla ricerca di suo fratello...e scopre per se stesso un destino terrificante.

Per ulteriori curiosit:
CHANNEL 0.00: il canale che contiene i video di Wolfman
LICANTROPIZZATI: l'applicazione che permette di personalizzare la propria foto, o quella dei propri amici, con l'immagine di Wolfman.

   

Dopo quasi 70 anni torna al cinema l'uomo lupo profondamente rivisto.

Il ritorno dell'uomo lupo

mercoled 17 febbraio 2010 - Gabriele Niola cinemanews

Il ritorno dell'uomo lupo Ultimo, in ordine di tempo, tra i mostri classici della Universal a comparire al cinema e quindi ultimo, sempre cronologicamente, ad aver visto un remake moderno, l'uomo lupo di Wolfman giunge dopo una lunga stagione di mutamenti ed evoluzione delle figure del terrore classiche.
Negli ultimi dieci anni infatti storie antiche come quelle dei vampiri e dei lupi mannari si sono mischiate nella narrativa popolare (sia cinematografica che letteraria) alla pi moderna mostruosit degli zombie. Se nel 1992 Coppola poteva rifare Dracula con piglio classico e nel 1994 Kenneth Branagh misurarsi con un Frankenstein rimodernandolo solo a parole, oggi dopo le variazioni di infiniti film a tema vampiro-licantropesco (in primis i racconti crossmediali della saga di Twilight) il mito dell'uomo lupo ci giunge mutato secondo le medesime direttrici che hanno portato la figura del vampiro da incubo satanico, foriero di fobie gotiche ancestrali e fascino della pulsione sessuale, a figura problematica, contagiata da un male quasi spiegabile.
Lo scarto che separa Wolfman da L'uomo lupo racconta di come gli ultimi anni abbiano concesso alla concezione del male che rappresentiamo al cinema di svincolarsi da qualsiasi connotazione religiosa per approdare al pi materiale campo delle colpe familiari. L'uomo lupo non pi un maledetto ma qualcuno che sconta una colpa.

Joe Johnston "restaura" l'ultimo dei mostri classici creati dalla Universal.

The Wolfman: attenti al lupo

mercoled 27 gennaio 2010 - Marzia Gandolfi cinemanews

The Wolfman: attenti al lupo L'uomo lupo l'ultimo dei mostri classici creati dalla Universal, ispirato dalla mitologia e dal folclore. Diversamente da Dracula e da Frankenstein, il licantropo di George Waggner non ha una fonte letteraria nobile ma nasce negli anni Quaranta dalla penna dello sceneggiatore Curt Siodmak. Settant'anni e incalcolabili lune piene dopo nella stessa brughiera si scatena una battuta di caccia contro il giovane Lawrence Talbot, straniero in patria e in famiglia, condannato dal Fato e dal morso di un mostro a scoprire le zone buie del suo essere. Diretto da Joe Johnston, The Wolfman "restaura" lupo, orrore e ululato, insistendo sui traumi familiari e sulla trasformazione. Il licantropo gentiluomo, vestito da Milena Canonero e invaghito della dolce moglie del defunto fratello, interpretato con carattere e un (grande) cuore che batte da Benicio Del Toro, attore dalle infinite forme, seducente e ripugnante dentro la vecchia tradizione gotica conciliata col melodramma. A Roma per presentare il film di cui interprete e produttore, Del Toro ci racconta come si costruisce un mostro e si affronta la paura di s. Lo accompagna dentro e fuori dallo schermo la grazia di Emily Blunt, che rivela i suoi esordi al cinema e le sfide del mestiere d'attore.

Tradizione e innovazione
Benicio Del Toro: L'idea, girando The Wolfman, era quella di omaggiare la versione del 1941. La nostra sfida, la mia, quella degli sceneggiatori, dei produttori e del regista, era di riuscire a creare sullo schermo una storia fantastica che fosse allo stesso tempo credibile. Abbiamo per questa ragione affrontato la licantropia come una malattia, come una dipendenza incontrollabile. Ci interessava forse meno trattare il tema della bestia, per noi era pi importante rappresentare la furia di un uomo senza controllo. Gli sceneggiatori, prendendo spunto dall'Amleto, hanno inserito la relazione padre-figlio, sviluppandola in maniera conflittuale. Differentemente dalla versione scritta negli anni Quaranta da Curt Siodmak, il mio personaggio smette in un certo senso di essere una vittima passiva, il mio Lawrence Talbot agisce e prova a interpretare il proprio destino. Vuole scoprire chi o che cosa ha provocato la morte del fratello, vuole fermare la brutalit paterna, vuole innamorarsi e si innamora. Padre e figlio sono nel film come due spermatozoi che devono trovare la direzione, nessuno dei due in fondo vincer ma il mio Talbot andr molto vicino al trionfo.

L'affascinante attore portoricano colleziona belle donne e ruoli cupi e intensi.

5x1: Il fattore Del Toro

marted 10 giugno 2008 - Stefano Cocci cinemanews

5x1: Il fattore Del Toro Valeria Golino, Claire Forlani, Sara Foster, Alicia Silverstone, Chiara Mastroianni, Charlize Theron, Heather Graham e Scarlett Johansson. Sono alcuni dei flirt, veri e presunti, che, negli ultimi 20 anni, sono stati accreditati all'attore Benicio Del Toro. L'attore portoricano, per, non pensa solo al gentil sesso. Sempre nello stesso arco di tempo stato Fred Fenster, Benny Dalmau, scar Zeta Acosta, Javier Rodriguez, Jack Jordan, Jerry Sunborne, alcuni dei personaggi pi intensi scritti per il grande schermo negli ultimi anni. I soliti sospetti, Basquiat, Paura e delirio a Las Vegas, Traffic, 21 Grammi e il prossimo Noi due sconosciuti sono le tappe della bella carriera di Del Toro che, con questa carrellata di pezzi epici, ha dimostrato di essere non solo uno sciupafemmine ma soprattutto un volto ed una espressivit eccelsa. Oggi, mentre lo incontriamo nelle sale con l'ultimo lavoro della regista danese Susanne Bier, si attende con ansia l'ultimo nome di questa importante carrellata, un volto che arriva direttamente dall'iconografia ufficiale dei miti del XX secolo: quell'Ernesto Che Guevara che gli valso il premio come miglior interprete all'ultimo Festival di Cannes.

Soldado

* * * 1/2 -
(mymonetro: 3,57)
Un film di Stefano Sollima. Con Benicio Del Toro, Josh Brolin, Isabela Moner, Jeffrey Donovan, Catherine Keener.
continua»

Genere Azione, - USA, Italia 2018. Uscita 18/10/2018.

Avengers: Infinity War

* * * 1/2 -
(mymonetro: 3,92)
Un film di Joe Russo, Anthony Russo. Con Robert Downey Jr., Chris Hemsworth, Mark Ruffalo, Chris Evans, Scarlett Johansson.
continua»

Genere Azione, - USA 2018. Uscita 25/04/2018.

Star Wars: Episodio VIII - Gli ultimi Jedi

* * - - -
(mymonetro: 2,36)
Un film di Rian Johnson. Con Mark Hamill, Carrie Fisher, Adam Driver, Daisy Ridley, John Boyega.
continua»

Genere Azione, - USA 2017. Uscita 13/12/2017.

Guardiani della Galassia Vol. 2

* * * - -
(mymonetro: 3,37)
Un film di James Gunn. Con Chris Pratt, Zoe Saldana, Dave Bautista, Vin Diesel, Bradley Cooper.
continua»

Genere Azione, - USA 2017. Uscita 25/04/2017.

Escobar

* * * 1/2 -
(mymonetro: 3,49)
Un film di Andrea Di Stefano. Con Benicio Del Toro, Josh Hutcherson, Brady Corbet, Claudia Traisac, Carlos Bardem.
continua»

Genere Thriller, - Francia, Spagna, Belgio 2014. Uscita 25/08/2016.
Filmografia di Benicio Del Toro »

gioved 18 ottobre 2018 - In occasione dell'uscita del nuovo capitolo Soldado diretto da Stefano Sollima. Promozione valida fino al 28 ottobre.

Sicario su Rakuten TV a soli 2,99 Euro

a cura della redazione cinemanews

Sicario su Rakuten TV a soli 2,99 Euro In una zona di confine tra Stati Uniti e Messico, dove la legge non conta, Kate (Emily Blunt) un'agente dell'FBI giovane e idealista, arruolata dal funzionario di una task force governativa per la lotta alla droga (Josh Brolin) per compiere una missione speciale. Sotto la guida di un ambiguo e impenetrabile consulente (Benicio Del Toro) la squadra parte per un viaggio clandestino, costringendo Kate a mettere in discussione tutto ci in cui crede per riuscire a sopravvivere. Sicario disponibile sulla piattaforma streaming Rakuten TV a soli 2,99 Euro. Un'occasione per rivedere Sicario, il capitolo precedente a Soldado (guarda la video recensione) (diretto dall'italiano Stefano Sollima e interpretato da Benicio Del Toro e Josh Brolin, in uscita oggi al cinema).

   

gioved 18 ottobre 2018 - Un western che riposa sul movimento, lascia affamati e disegna la mappa di una criminalit che ovunque e da nessuna parte. Recensione di Marzia Gandolfi, legge Roberta Azzarone.

Soldado, la video recensione

A cura della redazione cinemanews

Soldado, la video recensione Lungo il confine messicano e in mezzo ai clandestini si insinuano terroristi islamici che minacciano la sicurezza degli Stati Uniti. Un attentato-suicida in Texas provoca una reazione forte del governo americano che incarica l'agente Matt Graver di seminare illegalmente il caos. Graver fa appello ancora una volta ad Alejandro, che decide di rapire la figlia di un potente barone della droga.
Tutto in Soldado riposa sul movimento, che descrive una linea fatta di imboscate sulle strade deserte, combattimenti a fuoco, esecuzioni sommarie.
Al surplus di violenza e di brutalit estrema, Stefano Sollima affianca per un racconto dove l'umano e il compassionevole riprendono progressivamente il loro posto, con un Benicio Del Toro che inchioda il pubblico e lo rimanda al prossimo episodio.In occasione dell'uscita al cinema di Soldado, Roberta Azzarone interpreta la recensione di Marzia Gandolfi.

Altre news e collegamenti a Benicio Del Toro »
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità